Posts Tagged ‘centralismo’

Quel centralismo all’attacco del diritto all’autonomia del nord

Il dibattito sulla concessione dell’autonomia alle Regioni del nord ha portato a galla diversi “classici” del centralismo: «disunirebbe il paese, aumenterebbe le diversità, favorirebbe i ricchi, dimenticherebbe i poveri». Una cantilena reazionaria della destra e della sinistra italiane, utile, non ad un costruttivo dibattito sulla condizione di miseria che l’unità ha causato al meridione, ma [...]

Continue Reading...

Renzi riforma il Titolo V? Si accrescono i danni del centralismo

Lo scorso 12 marzo il Governo di Matteo Renzi ha presentato una bozza di revisione costituzionale, ed in particolar modo del Titolo V°. Il testo, di 41 pagine, non ci permette in questa sede di offrirne una analisi a tutto tondo, ma possiamo evidenziarne i limiti maggiori che iniziano a contraddistinguere la proposta. E non [...]

Continue Reading...

Breve dizionario dei termini: Sovranismo, Indipendentismo, Federalismo, ecc.

Autonomia: Comunità munita di istituzioni a legislazione autonoma rispetto a quella ordinaria dello Stato di appartenenza. Nella nostra realtà si tratta dell’insieme delle istituzioni regionali speciali varate nella Repubblica Italiana del secondo dopoguerra, sulla base di presupposti geografici, economici e culturali. In Sardegna l’Autonomia nasce dalla terza legge costituzionale del 1948: lo Statuto Autonomo, includendo, [...]

Continue Reading...

Dopo Banfield: ‘Sardizzare’ la politica regionale per rilanciare l’economia

Cari Lettori, lo scorso 9 gennaio, sul quotidiano La Nuova, è apparso un commento dell’economista Sardo Francesco Pigliaru, l’assunto dell’articolo inquadra l’accordo elettorale Lega-PDL attorno alla fiscalità lombarda come spauracchio capace di mettere a rischio la “coesione nazionale”. Vale a dire, la proposta della Lega Nord di trattenere in Regione il 75% del gettito fiscale [...]

Continue Reading...

Flop primarie del PD Sardo: solo 75.000 presenze. Il partito parli di Autonomia e meno di Roma

Nonostante la grande copertura mediatica offerta dalla stampa tradizionale e dall’impegno di svariati esponenti del PD regionale, la politica di un partito centralista, corresponsabile dell’attuale stato di crisi, non ha convinto un milione e seicentomila Sardi, che in massa hanno disertato le urne, lasciando solo a circa 75.000 elettori (poco più la cifra degli elettori [...]

Continue Reading...

Corriere della Sera: Sergio Rizzo, profeta dell’incultura centralista

L’Italia non conosce mezze misure, e del resto, l’equilibrio non ha mai fatto parte dello Stato unitario dal risorgimento ad oggi. Dalle righe del Corriere della Sera del 23-08-12 arriva un nuovo attacco alle specialità autonomistiche. Per intenderci, quelle che non nacquero per esclusive motivazioni economicistiche, ma anche culturali, linguistiche (e magari persino nazionalistiche). Sergio [...]

Continue Reading...

Giulio Calvisi (PD): il prototipo dei parlamentari Sardi che si lamentano ma che sostengono Roma

Qual è la forza di ogni grande democrazia? Da cosa è determinato il suo progresso? Vari sono gli elementi che concorrono allo sviluppo sociale ed economico di un territorio. Uno di questi è l’opinione pubblica, con il suo spirito critico nei confronti di chi è stato delegato dal Popolo in rappresentanza dei suoi interessi. La [...]

Continue Reading...

Patacca regionale in materia di Trasporti. Ecco la verità che pagheranno i Sardi

E’ successo quanto ogni cittadino dovrebbe temere da una politica centralista e demagogica: quella che finge di risolvere un problema, ma sulle sue spalle. In cosa consiste la soluzione al probabile cartello di compagnie che nella navigazione negli ultimi mesi avevano alzato i prezzi a danno dell’isola? Che la Regione pagherà di tasca propria attraverso [...]

Continue Reading...

9 Partiti Sardi? Non si tratta più di pluralismo ma solo di frantumazione

Cari Lettori, Partito Sardo d’Azione, Riformatori Sardi, IRS, Rossomori, Sardigna Natzione, Fortza Paris, UDS, A Manca pro s’Indipendentzia, PAR.I.S. “Malu Entu” e…ci scusiamo se abbiamo tralasciato qualcun’altro. Ma che volete che cambi? E’ luogo comune ritenere che il maggior numero di sigle politiche possibili di un territorio sia un sintomo di pluralismo e di ricchezza [...]

Continue Reading...