Archive for the ‘SOTZIEDADE E CULTURA’ Category

Nuragici e cultura fenicia: una globalizzazione di merci, uomini e idee

Nuragici e cultura fenicia: una globalizzazione di merci, uomini e idee – Di Pierluigi Montalbano. Fin dall’alba dei tempi, ogni popolo vive, più o meno pacificamente, in un continuo intreccio con altre genti. La Sardegna antica, quella di epoca nuragica, è lo specchio di queste continue modifiche culturali e identitarie poiché la frequentazione dell’isola da [...]

Continue Reading...

I sardi della Costa Smeralda

Costa Smeralda & luoghi comuni: Secondo alcuni, i camerieri sarebbero schiavi sottopagati e sfruttati. Mentre quelli che servono ai tavoli a Villasimius, Pula, Arbatax, Torregrande e Stintino godrebbero di ricche retribuzioni. […] Non ci indigna, invece, che un consigliere regionale da 20mila euro al mese sia servito in un ristorante della Marina di Cagliari da [...]

Continue Reading...

Comitati lingua sarda contro progetto regionale

Comitati per la lingua sarda CSU e CLS contro il progetto della Regione: “lesivo e inadeguato”. La legge quadro in esame al Consiglio Regionale è un mostro costoso e burocratico, che relega il sardo ad uno spazio folclorico e la sottrae ad ogni ambito innovativo, tra cui l’informatica. Peraltro senza alcuna relazione tecnica di supporto. [...]

Continue Reading...

Giuseppe Todde, il più grande economista sardo. Troppo avanti per i suoi tempi

Giuseppe Todde fu il più grande economista sardo. Docente negli atenei di Sassari e Cagliari, liberista, fu il primo a denunciare il protezionismo italiano che chiuse i mercati esteri alla Sardegna; il primo ad effettuare una critica costruttiva sull’Editto delle Chiudende e il primo a proporre una zona franca ma con una formula simile alla [...]

Continue Reading...

Gianfranco Pintore: ‘Festival di Gavoi? Isola delle storie (altrui)’

Festival di Gavoi: nel 2008 Gianfranco Pintore criticò, non l’evento in sé, ma i suoi contenuti. Il limite principale? L’assenza della letteratura in lingua sarda di fronte agli autori esterni, tagliando così un’opportunità di confronto. E i sardi? Non produttori di cultura ma solo di esotismi, vino, dolciumi e formaggio presenti alla kermesse. Ecco il [...]

Continue Reading...

Libri: Condaghes Edizioni si espande nel mercato italiano

La Condaghes Edizioni di Cagliari espande il suo mercato verso i maggiori circuiti librari d’Italia. Grazie alla sua collaborazione con la distribuzione della DirectBook sarà possibile offrire ad una maggiore platea di utenti un ampio catalogo che oggi spazia dalla saggistica all’intrattenimento, in formato cartaceo e digitale, con una scuderia di autori e titoli capaci [...]

Continue Reading...

Cunferèntzia ‘Deretos linguisticos e Deretos natzionales’

Cunferèntzia “DERETOS LINGUÌSTICOS e DERETOS NATZIONALES” ————————–————– In OCASIONE de sa PRESENTADA de su LIBRU: «PATRIA E MATRIA / Dalla Catalogna al Friuli, dal Paese Basco alla Sardegna: il principio di nazionalità nell’Europa occidentale e contemporanea» de SERGIO SALVI INSULA/PAPIROS, Nùgoro 2017 ————————–————– Ant faeddare • SERGIO SALVI • MARIO CARBONI • DIEGU CORRÀINE • [...]

Continue Reading...

Gold, un film sul valore della determinazione

“Proverò a tutti che si sbagliano” (Gold). In questi giorni al cinema c’è la storia di un uomo che ha perso tutto. E proprio quando nessuno credeva più in lui, neppure i suoi affetti, ha usato i propri sogni, il proprio ingegno e la propria verve per lanciarsi in un’impresa colossale che l’ha proiettato ai [...]

Continue Reading...

Senso civico e decoro ambientale: la Sardegna che non vi ho detto

L’incantevole panorama naturalistico sardo induce tanti conterranei ad offrire l’immagine di un’isola da primato. Una condotta, tuttavia, che spesso non trova adeguata corrispondenza nello scarso decoro ambientale di spiagge, campagne, strade e abitati – Di Natascia Talloru (FocuSardegna*). Uno dei connotati che contraddistingue il sardo dagli altri italiani è probabilmente l’attaccamento smodato alla Sardegna e [...]

Continue Reading...

Sa Die de sa Sardigna e Su Connottu che non finisce mai

Die de sa Sardigna e paradossi: Angioy volle combattere il feudalesimo, ma decenni dopo la sua rivoluzione fu completata dai Savoia con l’Editto delle Chiudende: disastroso ma efficace. Nell’isola si diffuse il credito e aumentò l’export internazionale. Tuttavia, nel 1868, la rivolta nuorese de “su connottu” proponeva di riportare l’isola ai tempi in cui l’assenza [...]

Continue Reading...