Archive for the ‘SOTZIEDADE E CULTURA’ Category

1000 bandiere per Sa Die: il 28 aprile aiutaci a scrivere una pagina di storia

1000 bandiere dei 4 Mori in piazza a Cagliari e a Sassari per “Sa Die de sa Sardigna” 2017, Alessandro Dessì lancia l’iniziativa. Cosa ci può essere di più bello che manifestare insieme ad almeno altre mille persone l’affetto per la propria terra? E’ un sogno che vi proponiamo è di realizzare tutti insieme il [...]

Continue Reading...

Iniziative: Dalla partecipazione di Alternativa Natzionale alla Giornata della Lingua Madre

Più di cento persone hanno partecipato all’incontro “Partimus dae Tue” promosso dalle organizzazioni aderenti allo spazio di sintesi politica “Pro s’Alternativa Natzionale” che si è tenuto domenica 19 febbraio presso il castello San Michele a Cagliari. L’incontro, che voleva essere il primo momento di politica partecipativa organizzato dai Partiti e movimenti che aderiscono al progetto, [...]

Continue Reading...

Orotelli ricorda Larentu Pusceddu e presenta il suo romanzo postumo

Ad oltre un anno dalla sua scomparsa, appuntamento ad Orotelli per ricordare la figura di Larentu Pusceddu, autore del primo romanzo in lingua sarda. E per presentare il suo romanzo inedito “S’Arzola de s’Ena” (Papiros, 2017). Ecco la locandina dell’evento: Inoltre: Redazione SANATZIONE.EU

Continue Reading...

Nuoro dà voce ai bambini nel premio ‘Literas a sos tres res’

Con 25 anni di attività, l’iniziativa “Literas a sos tres res” è giunta all’edizione del 2017 con la pubblicazione di un libro che contiene le migliori 60 lettere dei bambini delle scuole elementari ai re Magi. Si tratta di lettere scritte in sardo contenenti desideri, pensieri e confidenze. Un modo per tenere vive le tradizioni [...]

Continue Reading...

Sa Natzione vi augura Buone Feste! Ecco il libro da regalare ad amici e parenti

Sa Natzione vi augura Buone Feste! Continuate a seguirci con un caloroso invito alla riflessione. Assenza di lavoro, nuova emigrazione, assistenzialismo e impoverimento culturale sono l’esito di un lungo processo storico con cui le antiche classi dominanti, incluse quelle italiane, e persino locali, hanno denazionalizzato la coscienza dei sardi rendendoli incapaci di guardare con fiducia [...]

Continue Reading...

I polli di Trilussa nell’Italia del tirare a campare

Trilussa fu uno dei più acuti e popolari poeti della sua epoca, capace di mettere alla berlina i dati statistici di un regime. Eppure oggi le fonti che ci espongono il panorama sociale ed economico del Paese continuano ad offrirci tragicomiche letture politiche della situazione. Sintomo di uno Stato incapace di riconoscere la realtà del [...]

Continue Reading...

‘La via della Panada’ per unire Cuglieri, Oschiri e Assemini

Sabato 10 Veronica Matta promuove il convegno “La via della Panada”, per unire Cuglieri, Oschiri e Assemini nel segno della tradizione alimentare. Esiste in Sardegna una “via della panada” ed è quella che unisce dal nord al sud i centri di Oschiri, Cuglieri ed Assemini, in cui questa pietanza è segno identitario e di tradizione. [...]

Continue Reading...

Dal rinascimento mediceo alla neutralità elvetica

Dalla Firenze del Rinascimento alla Svizzera contemporanea il policentrismo amministrativo, tra i vari, ha saputo offrire all’umanità due importanti contributi: il primo consiste nel prestito con interesse, formidabile strumento per l’accrescimento della ricchezza. Il secondo, non ancora diffuso, consiste nell’impossibilità di sviluppare una politica estera aggressiva. Vediamo di cosa si tratta e qual è il [...]

Continue Reading...

Wilhelm Ropke ai tempi dell’integrazione economica europea

“Amo l’Europa ma è triste che si debba discutere di un illiberale sistema d’integrazione economica europea. Aumenterà la soggezione dei piccoli gruppi ai grandi gruppi concentrati, con una burocrazia pianificatrice colma di privilegi e influenze”. Sono le parole di straordinaria attualità dell’economista Wilhelm Röpke, tra i protagonisti della potenza economica tedesca del secondo dopoguerra, in [...]

Continue Reading...

La scienza nell’Ottocento: ‘I sardi? Una razza inferiore’

“I sardi? Una razza inferiore”. Tra Ottocento e Novecento diversi intellettuali, avvalendosi di pseudoscienze oggi prive di qualsiasi attendibilità, e soprattutto italiani, alimentarono un vero e proprio razzismo nei confronti dei sardi. Razzismo evolutosi anche verso un sentimento di vergogna culturale dei sardi stessi per le proprie origini che prosegue ancora oggi. Vediamo alcuni di [...]

Continue Reading...