Posts Tagged ‘mario’

Il programma Draghi e il meridionalismo sardo

Com’era prevedibile, il discorso di Draghi ha fornito argomenti di discussione ad una folta schiera di opinionisti, esprimendo un programma (di intenti) per molti versi apprezzabile, ma di difficile applicazione nel contesto politico attuale. Basti pensare alla reazione della classe politica sarda, che ha chiesto al neo-premier di affrontare il tema dell’insularità “in Costituzione” per [...]

Continue Reading...

PSD’AZ fuori dall’EFA, parla l’ex vicepresidente

PSD’AZ fuori dall’European Free Alliance/ALE. Chi ha tramato per l’espulsione, e perché? Ce ne parla l’ex vicepresidente del partito europeo, Mario Carboni (sardista). Sono stato per circa 10 anni il vicepresidente dell’Ale e ho contribuito alla nascita e alla scrittura dello Statuto dell’Ale come partito europeo. Il Partito Sardo d’Azione che rappresentavo era portato da [...]

Continue Reading...

La scienza nell’Ottocento: ‘I sardi? Una razza inferiore’

“I sardi? Una razza inferiore”. Tra Ottocento e Novecento diversi intellettuali, avvalendosi di pseudoscienze oggi prive di qualsiasi attendibilità, e soprattutto italiani, alimentarono un vero e proprio razzismo nei confronti dei sardi. Razzismo evolutosi anche verso un sentimento di vergogna culturale dei sardi stessi per le proprie origini che prosegue ancora oggi. Vediamo alcuni di [...]

Continue Reading...

Ass.ne Chenabura scrive all’università di Cagliari sul caso Technion

Pubblichiamo una lettera di Mario Carboni, dell’associazione Chenabura-Sardos pro Israele, circa il dissenso alle iniziative di contestazione allo Stato di Israele tenute e programmate all’interno dell’università di Cagliari. Benché sia pacifico che il governo israeliano rappresenti tutt’ora una delle causali essenziali della mancata indipendenza del popolo palestinese e del quotidiano clima di vessazioni in cui [...]

Continue Reading...

Piccolo dossier sulla Corsica

Di Mario Carboni. La mia impressione a caldo è che la vittoria dei nazionalisti in Corsica abbia preso alla sprovvista molti osservatori politici, anche nazionalisti, persino i più informati, o peggio, altri attenti a fatti eclatanti ma superficiali. Incluso il cosiddetto “turismo indipendentista”. Infatti non solo chi si disinteressa dei fatti delle minoranze era preso [...]

Continue Reading...

Carboni: ‘Ad Olbia zona franca tradita’

Di Mario Carboni. Si è appreso che la Giunta Pigliaru e il Comune di Olbia si sono accordati per avviare una zona franca non interclusa nella zona industriale di Olbia, esattamente come a Taranto, Nola, Gioia Tauro ed altre città del continente. Pigliaru doveva invece attuare il decreto 75/98, cioè delimitare e regolare le zone [...]

Continue Reading...

Finanza: Fra Sardegna e BCE. Draghi avvia ‘italianizzazione’ dell’euro

Di Adriano Bomboi. Mentre la Sardegna assiste impotente allo sfratto dell’azienda Spanu di Arborea, perseguita dallo Stato per un debito di modeste dimensioni, il movimento Sardigna Natzione denuncia questo ennesimo atto di barbarie contro la proprietà privata. Nel frattempo a Francoforte succede qualcosa di ben più sinistro, perché la rapina delle autorità a danno dei [...]

Continue Reading...

La Zona Franca oggi è più vicina – Di Mario Carboni

La legge di stabilità 2014 ha modificato lo statuto sardo. Pubblico l’articolo della legge che ci interessa: ART. 514. L’articolo 10 dello Statuto speciale per la Sardegna, di cui alla legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3, e’ sostituito dal seguente: «Art. 10. — La Regione, al fine di favorire lo sviluppo economico dell’Isola e [...]

Continue Reading...

Convegno RossoMori: Mario Melis, la Sardegna in Europa

Cagliari, 17 maggio, Hotel Caesar’s, ore 10:00. Redazione SANATZIONE.EU

Continue Reading...

Zona Franca, quali possibilità col nuovo Codice Doganale UE?

Di Mario Carboni. Finalmente il Parlamento europeo ha approvato il “Codice Doganale dell’Unione (rifuso)“ abrogando e sostituendo il Codice Doganale europeo nato nel 1992 e le sue numerose riedizioni, compresa l’ultima nota come 450/2008. E’ una buona notizia perché almeno per quanto riguarda i confini dell’Unione Europea e le conseguenti regole doganali c’è certezza di [...]

Continue Reading...