Posts Tagged ‘bomboi’

Un commento al voto italiano, con un occhio alla Sardegna

Com’era prevedibile, con oltre il 26% dei consensi, Giorgia Meloni si appresta a diventare la prima donna premier d’Italia. Un risultato che dovrebbe far riflettere i cosiddetti “progressisti” di sinistra, ma anche i sedicenti moderati di destra. Perché Meloni non è una Nilde Iotti, ma neppure una Thatcher. In altri termini, il nuovo governo italiano [...]

Continue Reading...

Referendum Giustizia del 12 giugno: perché votare SI

Il 12 giugno i cittadini saranno chiamati ad esprimersi su un argomento importantissimo, la Giustizia. L’obiettivo del referendum è quello di promuovere il cambiamento, rendere più veloce, corretta e meno politicizzata l’azione della magistratura, per far si che anch’essa risponda dei propri errori. Non sarà facile centrare questi obiettivi e chiaramente la battaglia per il [...]

Continue Reading...

Parte il nuovo progetto di riscrittura dello Statuto speciale della Sardegna

Verrà presentata a Macomer la prima stesura di un progetto di riforma dello Statuto speciale della Sardegna, di cui mi onoro di aver contribuito per la parte economico-finanziaria, con un articolo su un argomento fondamentale: il fisco. E con una grande novità. Ampliare i poteri, ma anche le responsabilità della Sardegna, è il primo passo [...]

Continue Reading...

Il popolo dei camerieri

Gli oligarchi russi in Sardegna licenziano personale locale, mentre la Regione tace e il parlamentare sardista Doria si astiene sull’invio di armi in Ucraina, utili a indebolire Mosca per indurla a negoziare. Intanto il timoroso sindaco di Arzachena non ritira la cittadinanza onoraria ad un noto oligarca, e la Federalberghi annuncia la perdita degli introiti [...]

Continue Reading...

Sardegna in crisi per fattori geografici o politici? Nova Lectio sul tema

La Sardegna si è trovata tra le regioni in difficoltà a causa dell’insularità, come ripetono in molti, o a causa di politiche sbagliate? Nella puntata di “Storie di geopolitica”, prodotta da Nova Lectio, si è affrontato il problema grazie al libro “Problemi economico-finanziari della Sardegna” (Adriano Bomboi, 2019), di cui sono stati letti ampi passaggi. [...]

Continue Reading...

Comunali 2021: in Sardegna riemerge il moderatismo

Di Adriano Bomboi. La stampa sarda non centra il bersaglio e non riesce a leggere adeguatamente il voto delle elezioni comunali. Benché come nella penisola ci sia un ritorno al bipolarismo, in Sardegna la tendenza appare meno accentuata ed i partiti tradizionali tendono a confondersi dentro le liste civiche, anche ideologicamente trasversali, facendo registrare un [...]

Continue Reading...

Che succede a Cuba? Intervista a Loforte, esule anticastrista

Che succede a Cuba? Dalla conquista talebana dell’Afghanistan in poi i media internazionali hanno distolto l’attenzione dalla crisi caraibica, i cui problemi rimangono irrisolti. Incontriamo Yoiner Loforte, esule cubano. Laureatosi e scelto come docente di storia presso l’università di Holguin, oggi vive e lavora negli Stati Uniti. Parliamo di embargo USA, della famigerata Ley 35, [...]

Continue Reading...

Paté de Fois

Lo scrittore nuorese Marcello Fois accompagna il calo di qualità della carta stampata e pubblica un articolo in cui non ne azzecca una. Dapprima confonde il liberale Puigdemont con il leghista Bossi, poi riesce a far di peggio: supporta l’idea, culturalmente dannosa, che la Lombardia debba sussidiare mezza Italia per un tempo indefinito, senza che [...]

Continue Reading...

Le nubi si diradano

Schiaffo al giustizialismo italiano: Puigdemont in Sardegna ritrova la libertà. Qualche considerazione sul caso. Di Adriano Bomboi. In meno di 24 ore il vergognoso atto di fermo a cui è stato sottoposto Puigdemont si è sgonfiato, il che non merita particolari o approfondite argomentazioni di sorta. Lo statista catalano è stato rilasciato perché non esiste [...]

Continue Reading...

Caos Province: l’autonomia violata e la necessità di studiarla

Governo impugna legge per la moltiplicazione delle province sarde. Il motivo? Violato l’art. 43 dello Statuto speciale della nostra autonomia, secondo cui il Consiglio regionale avrebbe dovuto sentire prima il parere dei cittadini tramite un nuovo referendum. Uno dei rari strumenti che ci avvicinano al modello svizzero, al fine di tenere a bada il potere [...]

Continue Reading...